Torre dei Beati

L’azienda Torre dei Beati, a gestione familiare, nasce nel 1999 a Loreto Aprutino. Convinti dell’impossibilità di disgiungere il concetto di qualità di un vino da quello della sua genuinità, i proprietari hanno convertito subito il vigneto al metodo biologico, coltivando con cura e passione i vitigni autoctoni, vinificati in purezza. Il nome dell’azienda deriva da un particolare di un grande affresco del 1400, che si trova nella locale chiesa di S. Maria in Piano. Nella preziosa raffigurazione del Giudizio Universale, la “Torre dei Beati” rappresenta il traguardo finale a cui, con grandi sforzi e attraverso difficili prove, tendono le anime appena transitate nell’aldilà. In questa parabola si rispecchia il principio ispiratore dell’attività, che si basa sulla volontà di esprimere, attraverso attentissime selezioni in vigna e in cantina, il meglio dei vitigni autoctoni che vengono coltivati nel territorio di 21 ettari sulle colline di Loreto Aprutino, comprese tra il mar Adriatico e il Gran sasso d’Italia. La particolare posizione fa sì che la vigna risenta costantemente durante il giorno dell’aria temperata proveniente dal mare, e la notte, soprattutto nell’ultimo mese di maturazione, del freddo che scende dalla montagna, già a settembre imbiancata di neve. Le severe selezioni in vigna e in cantina permettono di vinificare soltanto uve perfettamente sane e di ottenere un vino di qualità con il minimo utilizzo di prodotti conservanti, in linea con l’etica del biologico.

Prodotti